Il lavoro pittorico della prima metà del 2021 si concentra prevalentemente nella grande opera site specific presentata per la personale Eden a Casa Vuota a Roma, a cura di Francesco Paolo Del Re e Sabino De Nichilo.
La mostra si manifesta in una vera e propria camera picta che ricopre tutte le pareti e parte dei soffitti di Casa Vuota.
La narrazione pittorica si svolge in un flusso di coscienza distribuito su circa 70 metri lineari di tela dipinta e allestita con elementi scenografici che riprendono le scenografie teatrali.
L’artista ha lavorato incessantemente su 7 rotoli di tela di cotone da 10×2,15 metri, vissuti come pergamene di un racconto che si è sviluppato senza disegni preparatori e dipingendo direttamente con il pennello, ovvero alla prima, figure, paesaggi e animali che formano con gestualità e immediatezza il corpus della pittura profondamente sentita e vissuta con libertà e urgenza del creare.
Tra le opere eseguite in seguito alla mostra Eden, alcune sono presenti nell’ultima parte di questa pagina.

Eden è una condizione primigenia e privilegiata della pittura che si dispiega come un flusso di segni e di storie e sente di bastare a se stessa nel suo scorrere silenzioso e irrefrenabile. Nell’andamento liquido di una pittura leggerissima e gioiosa, vedute campestri o fluviali fanno da fondale come nell’arte antica a figure umane solitarie o in gruppo, che sono soprattutto soggetti femminili. Artificio, schermo, scenografia teatrale e diorama: la pittura si mostra in tutto il suo potenziale immaginifico, sorprendente e impetuoso. Elisa Filomena immagina una dimensione incantata e ancestrale in cui l’atto del dipingere è un momento festoso di scoperta del mondo, visto con lo sguardo di chi lo vede per la prima volta: uno sguardo generatore di meraviglie. Ed è proprio la meraviglia il sentimento che certo sarà provato dai visitatori di fronte a uno slancio pittorico tanto generoso quanto felice ed emozionante.

Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo, estratto critico della mostra personale site specific Eden, Casa Vuota, Roma, 2021.